I Vicentini nel mondo si mettono in rete con una nuova app

rassegna stampa

Gdv 1/11/17
Cronaca 27
IL PROGETTO. Presentato “Intercomunico”

L’Ente vicentini nel mondo ha sede nella Camera di commercio
I Vicentini nel mondo si mettono in rete con una nuova app
«Favoriremo il dialogo tra i circoli Nel futuro anche itinerari turistici»
Federico Muralo
Si chiama Intercomunico e, nelle intenzioni, sarà il punto di partenza informatico per costruire “itinerari turistici delle radici”. Le parole sono del presidente dell’Ente vicentini nel mondo Marco Appoggi, e le radici cui fa riferimento sono il trait d’union tra la madrepatria e i vicentini emigrati all’estero e la loro discendenza. Il progetto è costato 20 mila euro ed è stato realizzato in «finanziamento con la Regione.
Ognuno dei 45 circoli Vicentini nel mondo sarà dotato di un “Accesspoint” un dispositivo elettronico grazie al quale i soci potranno entrare in rete. Poi, grazie all’app Oonion si potranno condividere informazioni georeferenziate. Il vantaggio, secondo i promotori, non è di poco conto. «In questo modo non solo il dialogo, la partecipazione e i contatti tra i circoli e l’Ente, saranno più efficaci -spiegano Marco Appoggi e Matteo Salin (Eolnet è partner informatico, ndr)-. Ma, soprattutto, i vari circoli potranno parlarsi tra di loro. Non solo. In forza della recente modifica allo statuto, questo sistema aiuta la partecipazione dei rappresentanti esteri alle progettualità dell’Ente».
La nuova piattaforma è già stata sperimentata con successo nei mesi scorsi coinvolgendo otto circoli. E ieri, in barba al fuso orario, sei su otto erano in videoconferenza all’incontro di presentazione del progetto. C’erano Duilio Stocchiero, da Melbourne (Australia); Livia Boschi Boschiero, da Montevideo (Uruguay); Luca De Biasio, da Buenos Aires (Argentina); Gabriel Caliaro, da Charleroi (Belgio); e Ilario Broccardo da Johannesburg (Sud Africa). Mancavano Canada è Brasile. «Ora la sfida è dare continuità – osserva Appoggi -. L’obiettivo è mantenere i contatti e creare una sorta di database in continuo aggiornamento, che possa servire a coinvolgere i giovani di origini vicentine all’estero. Ecco perché questo strumento può essere utilizzato per la creazione di itinerari turistici delle radici. Dall’Italia verso l’estero e viceversa, offrendo così nuovo impulso anche al turismo in città e nel Vicentino».

Please follow and like us:
Facebook
Google+
http://www.vicentininelmondo.it/rassegna-stampa/i-vicentini-nel-mondo-si-mettono-in-rete-con-una-nuova-app/
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *